Pandemie a confronto dal '300 al '600
paure, interpretazioni e capri espiatori


Nel Duecento, in Europa infuriò la lebbra, nel Trecento, a partire dalla pandemia del 1348, la peste che distrusse, nelle zone in cui si diffuse, un terzo circa della popolazione, mentre nei primi anni del Cinquecento si sparse a macchia d’olio un morbo nuovo e di origine chiaramente sessuale, che solo dopo una generazione da epidemico divenne endemico, attenuando la sua virulenza, il mal francese, altresì detto sifilide.

 Il corso intende mettere a confronto queste epidemie, portando l’attenzione in particolare sulle paure da esse suscitate, sulle interpretazioni dell’origine e delle cause del morbo, sulla loro attribuzione a capri espiatori, in particolare gli ebrei, sulle violenze che ne derivarono. In verità, solo la peste nera determinò accuse, violenze e distruzioni nei confronti degli ebrei. La lebbra resta legata a episodi antiebraici, che coinvolgono anche le streghe, solo nella Francia del primo Trecento, ma forti sono i richiami ai testi del Levitico come sintomo di una maggiore predisposizione degli ebrei alla lebbra. Quanto alla sifilide, la teoria della sua derivazione dai “marrani”, o meglio dagli ebrei, si diffuse ampiamente ma solo a livello dotto, senza provocare violenze o ricerche di veri e propri capri espiatori.

Il confronto tra l’immaginario legato a questi morbi e le reazioni da essi suscitate può servire a mettere in luce i meccanismi delle violenze legate alle grandi paure collettive, un tema sempre ed ancora attuale anche ai nostri giorni.

Il corso si articolerà in 5 incontri su Zoom dalle 18.30  alle 19.30.

7 aprile 2021: Le grandi epidemie del Medioevo e della prima età moderna: lebbra, peste, sifilide

14 aprile 2021: La lebbra nell’Europa medioevale: il male dell’animo, lebbrosari, rituali di separazione

21 aprile 2021: La Morte Nera e i massacri degli ebrei

28 aprile 2021: La sifilide, il morbo marrano

5 maggio 2021: Conclusioni: il morbo manufatto, il morbo come punizione divina, i morbi nuovi, l’idea di contagio, l’immaginario della malattia.

Contributo per iscrizione al seminario: 60,00 euro.

IBAN: IT41 P083 2703 2470 0000 0010 000 presso BCC AG. 132.
intestato a Casa Famiglia G. e V. Pitigliani
Causale: seminario “Pandemie a confronto: dal 300 al 600”

info corsi@pitigliani.it - 3275890801

Anna Foa

Anna Foa ha insegnato storia moderna all’Università “La Sapienza” di Roma. Si è occupata principalmente di storia sociale e culturale della prima età moderna, di storia dell’Inquisizione, di storia degli ebrei. Tra i suoi libri: Ebrei in Europa dalla Peste Nera  all’Emancipazione, Eretici, Diaspora,  Portico d’Ottavia 13, La famiglia F. 

©Il Pitigliani 2020 -  Tutti i diritti riservati  | Design by Calì Agency in collaborazione con Flaminia Hannuna e Manuela Di Nepi

 

 

 

 

 

 CHI SIAMO  | PKF  |  NEWSLETTER  |  CONTATTI  |  AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE  |  

Scrivici
Usa questa casella per inviarci un messaggio tramite WhatsApp ...